Blog

Se anche le classic car guardano al futuro con la mobilità elettrica

  • February 08, 2021
  • admin

Una delle più importanti collezioni private internazionali, il Museo Nicolis di Villafranca di Verona, apre le porte al futuro e pensa alla mobilità sostenibile. Grazie alla collaborazione con “Duferco Energia”, società leader nel commercio di energia elettrica e gas, il museo Nicolis si doterà di colonnine elettriche che permetteranno ai visitatori di ricaricare la propria vettura mentre si godono una passeggiata nella storia del ‘900 tra tecnologia, design e innovazione.

Questa collaborazione nasce dalla predisposizione innata della famiglia Nicolis, nei confronti di un’attenzione verso l’ambiente, infatti, da oltre 60 anni opera nel campo del recupero di carta da macero. Concetti quali “raccolta e riutilizzo”, che hanno guidato la crescita dell’impresa cartaria, sono gli stessi che hanno alimentato la passione per il collezionismo di Luciano Nicolis, fondatore di Lamacart e Museo Nicolis, consentendogli di vedere dei “gioielli” dove altri vedevano solo rottami e aiutandolo nell’instancabile opera di ricerca che lo ha portato a scovare in tutto il mondo un patrimonio che altrimenti sarebbe andato perduto. Questo patrimonio è conservato all’interno delle sale del museo che ospita dieci collezioni: circa 200 auto d’epoca, 120 biciclette, 105 moto, 500 macchine fotografiche, cineprese e cinematografiche, 120 strumenti musicali e jukebox, 100 macchine per scrivere, piccoli velivoli e strumenti e combinazioni di volo, una rara collezione di circa 100 volanti di Formula 1 e volanti da turismo, gran turismo e sport, un’area, modellini di automobili, motociclette e treni, una sezione dedicata ai motori e centinaia di opere dell’ingegno umano.

Share