Blog

Topi d’auto, col tempo sono cambiati così

  • December 29, 2020
  • admin
Car Robber with Flashlight Looking Inside the Car. Car Security Theme.

Dal grimaldello al computer, dagli “spadini” ai palmari: il topo d’auto non solo ha cambiato i ferri del mestiere, ma ha anche cambiato pelle. LoJack Italia, società del Gruppo CalAmp leader nelle soluzioni telematiche per l’Automotive e nel recupero dei veicoli rubati, conosce bene il suo “Modus operandi” e spiega così che i topi d’auto si adattano rapidamente alle nuove tendenze del mercato automotive. Il furto d’auto, infatti, è sempre più un’attività strategica appannaggio delle organizzazioni criminali o di bande ben strutturate e attrezzate con device tecnologici di ultima generazione in grado di aprire e mettere in moto vetture di elevato valore, così come le utilitarie.
Secondo le stime LoJack elaborate anche sulla base degli strumenti di ritrasmissione hi-tech recuperati dalla Polizia nelle attività congiunte di recupero, oggi in Italia il 25% dei furti di vetture e SUV dotati di Intelligent key (chiave contactless che consente l’apertura/chiusura del veicolo a breve distanza), viene compiuto anche grazie all’utilizzo di un dispositivo tecnologico, in grado di beffare il proprietario della vettura in soli 30 secondi, anche quando ritiene di essere al sicuro.

Share