Blog

Dopo l’Europa anche il Giappone ferma le fabbriche auto per Coronavirus

  • April 07, 2020
  • admin

Dopo lo stop delle fabbriche in Europa per l’espansione del coronavirus ora anche il Giappone ferma tutto e il colosso Toyota sospende sette linee di produzione in 5 diversi stabilimenti. Il blocco avverrà almeno fino al 15 aprile e porterà al taglio della produzione di circa 36.000 veicoli. Gli impianti interessati saranno quelli di Tsutsumi e Tahara nella prefettura di Aichi Prefecture, nell’arcipelago centrale, le fabbriche di Takaoka e Hamura assieme alla sussidiaria Hino Motors, e l’impianto di Miyata, nella regione a ovest di Fukuoka.

Ai dipendenti coinvolti nel fermo della produzione verrà chiesto di usufruire delle vacanze retribuite, altri saranno assegnati a nuove mansioni durante il periodo di sospensione. Lo stallo delle attività nel comparto auto riguarda anche i fornitori di accessori e delle parti di ricambio, penalizzati dalle interruzioni della logistica con la Cina. Le immatricolazioni di nuove auto in Giappone hanno risentito delle limitazioni agli orari delle attività commerciali, e la chiusura dei concessionari durante i fine settimana, malgrado non sia in atto un lockdown nel Paese.

Share