Blog

Le auto a guida autonoma? Efficaci solo se elettriche e condivise

  • February 03, 2020
  • admin

Arriva dall’Istituto di Barcellona per la salute globale (ISGlobal) uno studio che ha analizzato i potenziali rischi e benefici dei veicoli autonomi per la salute pubblica. Le conclusioni dello studio, pubblicate sull’Annual Review of Public Health, indicano che questo nuovo tipo di mobilità potrebbe giovare alla salute pubblica se le auto sono elettriche e il modello utilizzato si basa sul ridesharing. 

Le previsioni indicano che nel 2020 il 5% delle vendite di automobili riguarderà veicoli a guida autonoma e che questa cifra potrebbe salire al 40% entro il 2030 (veicoli completamente autonomi). La “tecnologia autonoma” si riferisce alla tecnologia che può guidare un veicolo senza la necessità di alcun controllo fisico attivo o monitoraggio da parte di un conducente umano. L’autonomia dell’auto è classificata su una scala di sei livelli a partire da zero – un veicolo senza automazione in cui il conducente esegue tutte le attività operative e controlla l’ambiente di guida – e salendo al livello cinque – un veicolo completamente autonomo, completamente automatizzato.

David Rojas, primo autore dell’articolo e ricercatore presso la ISGlobal e la Colorado State University, spiega la situazione attuale: “A livello internazionale, stiamo ancora vedendo pochissime ricerche o pianificazioni da parte delle autorità in previsione dell’avvento di questi nuovi trasporti tecnologie, nonostante il fatto che i veicoli autonomi abbiano il potenziale per modificare in modo significativo le nostre città e il modo in cui viaggiamo. E questa tecnologia autonoma innovativa avrà anche un impatto sulla salute pubblica”.

Share