Blog

Così LoJack salva vite umane

  • November 28, 2019
  • admin

La domanda è facile: la tecnologia a bordo delle auto può salvare vite umane? Secondo LoJack assolutamente sì, soprattutto considerando che circa il 24% degli incidenti stradali sono causati dall’uso sconsiderato dello smartphone e che oltre il 96% dei guidatori ammette di guardare il telefono ripetutamente mentre si trova alla guida per controllare i social (71%) o per leggere news (64%), cercando di essere sempre in contatto con i propri amici e di essere informati.

“Per questo motivo – spiega Maurizio Iperti, numero uno di LoJack Italia – le grandi aziende stanno mostrando una crescente attenzione verso questi temi e le contromisure da mettere in campo per limitare la piaga degli incidenti e aumentare la sicurezza dei driver di vetture aziendali. Tecnologia smart e ‘sicura’ a bordo e corsi di guida rappresentano oggi un prezioso supporto per migliorare la consapevolezza del driver e ridurre concretamente i sinistri. Molte aziende si stanno dotando di dispositivi in grado di bloccare le attività al mobile, su tutte il texting mentre la vettura è in movimento”.

La connettività però viene oggi anche in soccorso degli automobilisti in modo concreto ed efficace. Un valido e rivoluzionario aiuto è arrivato dalla eCall, la chiamata automatica di emergenza al numero unico 112 che da fine marzo 2018 è obbligatoria su tutte le vetture di nuova omologazione, secondo quanto previsto dalla normativa europea.

L’eCall, secondo le stime, porterà a una riduzione dei tempi di risposta dei servizi di emergenza sanitaria del 50% nelle aree rurali e del 40% in quelle urbane. Grazie a questo risparmio di tempo, si possono salvare fino a 2.500 vite ogni anno in tutta l’UE, e ridurre la gravità delle ferite in migliaia di casi. In questo scenario l’Italia vanta un primato: è già partita con la sperimentazione della eCall, in anticipo rispetto alla tabella di marcia europea, grazie alla collaborazione tra Tsp Association (di cui LoJack è parte) e l’Areu Lombardia, Agenzia Regionale Emergenza Urgenza. Laddove la rapidità dell’arrivo dei soccorsi può contribuire a ridurre i rischi per salvare delle vite umane, il sistema ‘private eCall’, questo il suo nome, ha un impatto sociale di enorme rilevanza e pone, ancora una volta, l’Italia in pole position nei servizi disponibili, grazie all’utilizzo delle tecnologie di telematica applicate ai veicoli.

“E la telematica LoJack Connect – conclude Iperti – apre oggi nuove prospettive sul fronte della sicurezza, guidando la telematica al servizio delle necessità dei driver attraverso una gamma di servizi a valore aggiunto, come “Driving Behavour”, il sistema unico che analizza gli stili di guida dei singoli driver sulla base di alcuni parametri (velocità, partenze e frenate brusche, ad esempio), assegnando loro un punteggio che, in base al grado di correttezza di guida, li qualifica in una scala di cinque categorie da driver tranquillo ad aggressivo. Questo monitoraggio consente ad esempio al fleet manager di intervenire in modo proattivo per aumentare il livello di sicurezza della propria flotta con iniziative mirate, ad esempio attraverso corsi di formazione per i driver meno virtuosi e con premi per i più attenti, ma anche di ottimizzare i costi assicurativi potendo verificare concretamente il livello di guida del proprio parco”.

Vero fiore all’occhiello dell’offerta hi-tech di LoJack Connect è CrashBoxx, il sistema affidabile di gestione del rischio che fornisce in tempo reale le informazioni dettagliate solo sui reali crash (discriminando i “falsi positivi”), prevenendo le frodi attraverso la ricostruzione della dinamica dell’evento, fornendo una valutazione predittiva dei danni meccanici al veicolo e i danni alla persona, attivando immediatamente i soccorsi. Il sistema fornisce dettagliati rapporti sull’incidente in modo che possano essere inviate direttamente sul posto immediata e adeguata assistenza, accelerando in modo proattivo il processo di riparazione del veicolo, con un risparmio anche sui costi assicurativi ed amministrativi.

LoJack sostiene l’Associazione Gabriele Borgogni Onlus che da oltre 10 anni è in prima fila sui temi della sicurezza stradale, fornendo assistenza a tutti coloro che sono stati vittime di un incidente stradale e sensibilizzando studenti e istituzioni sull’argomento.

@associazione_gabriele_borgogni #guidalatuavita #sicurezzaa360° #2dicembre #tuscanyhall #firenze #sicurezzastradale

Share