Blog

Sorpresa, sull’Audi A8 debuttano le sospensioni attive predittive

  • August 01, 2019
  • admin

Audi evolve ulteriormente in chiave high-tech l’ammiraglia Audi A8: debuttano le sospensioni attive predittive. A seconda dell’impostazione, conferiscono ad Audi A8 un comfort di riferimento o la maneggevolezza di un’auto sportiva. In Germania e in altri mercati europei le sospensioni attive predittive potranno essere inizialmente ordinate per i modelli TFSI di Audi A8.
Le sospensioni attive predittive di Audi A8 sono un sistema di sospensioni completamente attivo, i cui attuatori elettromeccanici agiscono sull’assetto: possono caricare o scaricare ogni singola ruota, gestendo così in qualsiasi situazione l’assetto in modo attivo. Le sospensioni attive possono sollevare o abbassare nell’arco di cinque decimi di secondo il corpo vettura su tutti e quattro gli angoli fino a 85 millimetri rispetto alla posizione standard.
Un compatto motore elettrico collegato alla rete di bordo principale a 48 Volt della vettura è montato in corrispondenza di ogni ruota di Audi A8. Un comando a cinghia e un compatto riduttore moltiplicano la coppia del motore elettrico quasi 200 volte, sino a raggiungere un picco di 1.100 Nm, trasferendola successivamente ad un attuatore in acciaio, vincolato saldamente a un puntone in titanio, inserito al proprio interno, in grado di provocare un momento torcente (effetto “a vite”) quantificabile in oltre 20 gradi. Dall’estremità della barra di torsione la forza viene trasmessa alla sospensione mediante il citato puntone e un’asta di rinvio: sull’assale anteriore la forza agisce direttamente sullo stelo dell’ammortizzatore, sul posteriore in corrispondenza del braccio trasversale.
Il funzionamento delle sospensioni attive predittive è estremamente efficiente. La potenza media assorbita è compresa tra 10 e 200 Watt, un valore decisamente inferiore rispetto ai sistemi analoghi di tipo idraulico. Ogni qualvolta la dinamica di marcia provoca una compressione dell’ammortizzatore, ad esempio in presenza di strade con asfalto in cattive condizioni, le sospensioni attive predittive intervengono contrastando tale effetto. In caso di impulsi particolarmente forti – ad esempio in pista – si genera un fabbisogno energetico molto breve ma elevato, che può arrivare fino a 6 kW. A seconda della situazione di guida, vengono prelevati anche fino a 3 kW dalla batteria a 48 Volt.

Share