Blog

Bambini in auto? Ecco il vademecum per farli viaggiare senza stress

  • June 18, 2019
  • mcapelli

Arriva l’estate e si parte, spesso in macchina, per le vacanze. Può capitare però che i più piccoli durante il viaggio possano avvertire nausea, sudorazione fredda, pallore, tutti sintomi della cinetosi o più comunemente mal d’auto. Ed ecco che la vacanza può trasformarsi in un incubo. A causare questo disturbo è l’ipersensibilità del centro dell’equilibrio, situato all’interno dell’orecchio. La ripetuta sollecitazione di questo centro comporta un malessere in forma di mal d’auto, mal di mare, mal d’aereo, mal di treno, generalmente seguito a movimenti rotatori ed esposizioni ad eccessivi stimoli visivi. Nel caso del mal d’auto è lo scorrimento laterale del paesaggio rispetto al corpo fermo a causare gli stimoli contraddittori e i sintomi tipici.

Gli esperti dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma hanno elaborato una serie di consigli per prevenire il mal d’auto. Eccoli nel dettaglio:
1) Affrontare un viaggio in auto quando il bambino o ragazzo ha ancora sonno;
2) Mantenere una guida tranquilla, senza accelerazioni o decelerazioni specialmente in curva;
3) Evitare odori forti di benzina o aria viziata;
4) Far fare frequenti spuntini salati sia prima sia durante il viaggio, insieme a piccoli sorsi d’acqua o tè;
5) Distrarre e intrattenere con musica o giochi per far guardare avanti il bambino;
6) Usare l’aria condizionata o aprire i finestrini per mantenere fresco l’ambiente;
7) Fare soste ogni 2-3 ore per far sgranchire le gambe.

“C’è anche la medicina che può venirci in aiuto – evidenziano gli esperti – In viaggi lunghi è possibile, dietro prescrizione, fare assumere il dimenidrato, una molecola utilizzata in caso di nausea e sensazioni di vertigini. Il dimenidrato in capsule molli va assunto mezz’ora prima della partenza: se invece è acquistato come gomma da masticare può essere assunto non appena compaiono i sintomi. Non può essere somministrato ai bambini sotto ai 2 anni”.

Share