Blog

I costruttori contro il Governo: “Con nuove tasse mercato Italia calerà nel 2019”

  • January 11, 2019
  • mcapelli

“Nel 2018 per gli automobilisti italiani erano state ventilate ipotesi di riduzione del carico fiscale, incidendo ad esempio sulle accise dei carburanti, e di rassicurazione sulla mancata introduzione di nuove tasse. Il 2019, invece, si apre con un’imposizione aggiuntiva per gli acquirenti di nuove auto che andrà a colpire non soltanto quelle di lusso o di grossa cilindrata, peraltro già assoggettate al superbollo, ma alcune versioni di modelli diffusi sul mercato, in particolare, presenti nella prima fascia soggetta al malus”.

E’ il commento di Michele Crisci, presidente dell’Unrae (Associazione delle Case automobilistiche estere) ai dati sulle immatricolazioni in Italia nel 2018. “Il 2019 – continua Crisci – dovrebbe attestarsi su un volume di auto vendute più basso del 2018, sia per la tassazione aggiuntiva che provocherà un forte ammanco di Iva nelle entrate dello Stato, sia per una tendenza al rallentamento che si era già fatta vedere negli ultimi mesi del 2018, non solo nelle immatricolazioni ma anche nelle acquisizioni di nuovi contratti”.

Share