Blog

La lotta al diesel fa salire le emissioni di CO2

  • November 22, 2018
  • admin

La contrazione del mercato diesel sta determinando un aumento delle emissioni medie di CO2 delle nuove auto vendute che si è già evidenziato nel 2017. Per raggiungere il target del 2021 di 95 gCO2/km, occorre che la media delle emissioni si riduca ancora di 23,5 g/km, un’impresa impossibile senza il contributo delle auto nuove diesel, che producono meno CO2 delle auto a benzina o senza un aumento esponenziale di auto elettriche, impensabile con l’attuale rete infrastrutturale di ricarica e senza un sostegno economico prolungato alla domanda, visto il mix del mercato.

I mercati delle auto diesel che registrano le perdite in volumi più consistenti sono: UK, Germania, Francia, Italia, Spagna, Belgio e Svezia. In questi paesi, il calo del mercato diesel rappresenta l’87% del calo complessivo del mercato registrato a gennaio-settembre 2018.

Il mercato del diesel cresce, nei primi 9 mesi dell’anno, solamente in Bulgaria, Estonia e Romania. L’Italia registra una flessione del mercato diesel del 9%.

Più in generale a gennaio-settembre 2018 il mercato europeo delle autovetture nuove risulta in crescita rispetto ai volumi dell’analogo periodo del 2017: +2,3% con 12,2 milioni di unità.

Continua come dicevamo il trend negativo per il mercato delle auto diesel, in calo tendenziale del 17%, pari ad una perdita di 903mila unità e una quota di mercato del 36% (era del 44% solo un anno fa). Aumentano invece le vendite di auto a benzina che crescono del 16%, pari a 961mila unità in più rispetto al volume delle vendite di gennaio-settembre 2017 e conquistano il 56% del mercato.

L’incremento tendenziale del mercato delle auto a benzina in volumi (961mila) è superiore al volume delle auto ad alimentazione alternativa vendute nei primi 9 mesi dell’anno (918mila). L’opzione delle auto ad alimentazione alternativa non conquista dunque tutti i potenziali consumatori. Proprio sul fronte ambientale, l’agenda anti-diesel ha rallentato i progressi sui cambiamenti climatici. Lo indica un Focus dell’Anfia.

Share