Blog

Lo Street Health Tour approda alla cinquantesima edizione della storica regata velica

  • October 10, 2018
  • admin

Quattro tipologie di visite mediche gratuite e un percorso informativo sui corretti stili di vita. Lo Street Health Tour della Fondazione ANIA approda alla Barcolana, rilanciando il tema della prevenzione e della protezione: dal 6 al 14 ottobre nell’area del Molo Audace sarà allestito un truck con postazioni mediche.

Presente per la prima volta alla storica manifestazione velica, la Onlus delle compagnie di assicurazione italiane ha scelto di proporre un’edizione speciale dell’iniziativa itinerante che, nelle cinque edizioni che si sono svolte in varie città d’Italia negli ultimi 18 mesi, ha consentito ad oltre 10mila persone di effettuare check up medici gratuiti.

Le persone che raggiungeranno il truck posizionato nella zona del Molo Audace avranno a disposizione, tutti i giorni dalle 10.30 alle 19.30, due postazioni oculistiche per effettuare controlli alla vista, un’area cardiologica per un check up relativo alle funzionalità cardiache e una dermatologica per uno screening legato alle malattie della pelle. Ci sarà inoltre uno spazio dedicato alla neuropsicologia, in cui sarà possibile effettuare un test per valutare la predisposizione verso le malattie neurodegenerative.

La scelta della tipologia di check up da effettuare è stata fatta in seguito ad un’analisi sulle principali patologie che toccano la popolazione. Secondo i dati Istat elaborati dalla Fondazione ANIA, oltre un milione di italiani soffre di disturbi cognitivi e, complessivamente, sono oltre 3milioni le persone che vengono coinvolte in maniera indiretta dalle conseguenze di questo tipo di malattie. Per quanto riguarda l’area cardiaca, le malattie cardiovascolari rappresentano la principale causa di morte in Italia, responsabili di circa un terzo dei decessi complessivi. Nel corso dei precedenti tour della salute, inoltre, la Fondazione ANIA ha rilevato che quasi il 40% delle persone che si sono sottoposte a visita oculistica non vedeva bene e, soprattutto, non aveva corretto il problema. Guardando all’ambito dermatologico, infine, dalle statistiche più recenti è emerso che la mortalità relativa ai tumori della pelle rappresentano circa il 20% sul totale, con una crescita molto rapida nel corso degli ultimi anni.

Share