LoJack Corporation, controllata di CalAmp (NASDAQ: CAMP), negli ultimi 30 anni ha aiutato oltre 9 milioni di persone a proteggere i propri beni e veicoli dal furto. Oggi fornisce servizi di sicurezza e protezione per una crescente gamma di beni e persone. “Attraverso la tecnologia in radiofrequenza e il supporto sul campo del team Law Enforcement”, sottolinea Massimo Ghenzer – Presidente di LoJack Italia, “da oltre 10 anni LoJack è al fianco delle Forze dell’Ordine italiane nel contrasto sociale della criminalità, e dei furti d’auto in particolare”.

Grazie a questi punti di forza unici sul mercato e alla crescente diffusione attraverso il network di concessionari e Case Automobilistiche, LoJack sta ampliando la propria offerta con soluzioni telematiche, che permettono di ridurre i costi assicurativi e di gestione delle flotte e di fornire all’automobilista servizi utili e innovativi.

La tecnologia “a prova di ladro”

La trasmissione del segnale in radiofrequenza, a differenza di altre tecnologie presenti sul mercato, supera anche le barriere fisiche come container, parcheggi sotterranei e garage, nei quali vengono spesso nascosti i veicoli rubati, e ha un elevato livello di precisione nell’indicare l’esatta posizione del veicolo su cui è montato.

Il dispositivo può essere installato in oltre 20 differenti posizioni della vettura e in punti diversi da quelli solitamente utilizzati dai tradizionali sistemi di antifurto tecnologico e non presenta segnali esterni visibili (led luminosi o antenne) che lascino dedurre al ladro la presenza di un sistema di antifurto intelligente.

Come funziona il dispositivo

A seguito della denuncia del furto del veicolo, il trasmettitore lancia un segnale silenzioso ad alta frequenza, non schermabile. Le vetture delle Forze dell’Ordine, dotate di dispositivi di tracciamento forniti da LoJack, ricevono il segnale e, seguendolo, sono in grado di raggiungere il veicolo rubato. L’attività, coordinata dalla centrale operativa e seguita sul campo dal team dedicato “Law Enforcement”, viene così portata a termine dalle Forze dell’Ordine in modo rapido ed efficace.

La sinergia con le Forze dell’Ordine

Oltre alla tecnologia che non conosce barriere, uno dei principali punti di forza che distinguono LoJack dai competitor è rappresentato dagli esclusivi rapporti di collaborazione con le Forze dell’Ordine per rintracciare e recuperare rapidamente i veicoli rubati in autonomia. Oggi il sistema è utilizzato da oltre 450 pattuglie delle Forze dell’Ordine su tutto il territorio nazionale ed è attiva la collaborazione con loro per coprire il recupero dei veicoli rubati nelle grandi città, su strade, autostrade e in prossimità delle vie d’uscita come porti o confini.

LoJack in Italia

Dal 2006, anno in cui è approdata in Italia, a oggi LoJack ha riconsegnato ai legittimi proprietari oltre 4.000 veicoli, per un valore complessivo di oltre 80 mln di euro, ed ha supportato le Forze dell’Ordine in operazioni che hanno assicurato alla giustizia 200 criminali e portato al ritrovamento di altri 300 veicoli non equipaggiati con apparati. Oggi può contare oltre 100.000 clienti in tutta Italia cui offre soluzioni con un tasso di successo doppio rispetto alle altre tecnologie e alla media nazionale dei recuperi (nel 2015 pari al 45%).

Per maggiori informazioni, visita: www.lojack.it Facebook LinkedIn Blog